CandleStick: Doji

CandleStick: Doji

di Pubblicato: 7 settembre 2018 0 commenti

Le Candele Doji, il cui significato è “inghippo”, sono candele particolari perché hanno un corpo molto ridotto, quasi impercettibile, che dimostrano come l’apertura e la chiusura coincidano o siano davvero molto vicine. Possono esserci delle ombre più o meno lunghe, e in rarissimi casi (per time frame superiori al giorno) non esserci fatto.

Questo tipo di candela se posizionata in un grafico giornaliero e non sono presenti altre sue pari, indica un segnale di forte indecisione del mercato. Non indica un segnale di inversione del trend ma indica che qualcosa stia per accadere, cioè appunto una inversione come una continuazione. Difficilmente vedremo una lateralizzazione del grafo.

Le Doji a cui porre più attenzione sono quelle dei picchi, cioè sui massimi di grafico rispetto ai minimi. In questo caso potrebbe, sottolineo il condizionale, verificarsi una inversione, perché significa che nella fase di uptrend ora c’è indecisione e sono necessari nuovi investitori per sostenere la crescita. 

Anche le Doji hanno delle sotto-categorizzazioni, o figure.

Long Legged Doji (Juji)

Questa Doji chiamata anche Juji (croce) è rappresentata dal solito corpo sottile e due lunghissime ombre, possibilmente simmetriche o molto vicine alla simmetria.

Indica un sentiment di fortissima indecisione dove compratori e venditori hanno tentato di muovere il prezzo dalla loro parte senza però riuscirci nel concreto.

Gravestone Doji (Hakaishi)

La Gravestone (pietra tombale) è una Doji dove è presente una lunga ombra superiore, il solito corpo ristretto, ma nessuna ombra inferiore. Generalmente indica un segnale ribassista, infatti dopo l’apertura la moneta è salita di valore ma poi i venditori hanno riportato il tutto al prezzo iniziale, che poi coincide con il minimo di giornata. In sostanza è un rally (spinta) mancato da parte dei compratori. E’ molto importante la sua posizione nel grafo, infatti se una Gravestone è posizionata ai massimi è molto probabile che i giorni successivi non ci sia una continuazione del trend.

Dragonfly Doji (Tonbo)

Chiaramente, come vedremo in tutte le figure, esiste il contrario di qualcosa, in questo caso il contrario della Gravestone che è la Dragonfly. Se la sua presenza si manifesta ai massimi o ai minimi, indica una possibile inversione di tendenza del mercato. Generalmente (lo vedremo più avanti) ha valore se accompagnata da altre particolari candele e non è isolata come figura.

Four Price Doji

La Four Price è una Doji piuttosto rara, ovvero è una candela priva di ombre il cui prezzo di apertura coincide con quello di chiusura. Va da se che è una situazione molto difficile che si verifichi. Tuttavia può essere una situazione non anomala nelle cripto valute, in particolare per quelle monete che hanno un basso tasso di scambio. Si parla ovviamente di time frame superiori o uguali al giornaliero. In questo caso significa che in quel giorno gli scambi sono stati davvero poveri a livello numerico, se poi l’evento si ripete con una certa frequenza indica la scarsa fiducia o conoscenza (circa l’esistenza) di questa coin. Qui sotto è il Bitcoin qualche anno fa, quando non era ancora conosciuto.

Conclusioni

Abbiamo fatto una conoscenza di particolari candele che vedremo anche nel proseguo e che abbinate ad altre candele, alla loro posizione e al colore, daranno migliori previsioni su quello che andrà ad accadere.


Articolo successivo -> Introduzione ai pattern

Indice degli articoli:

  1. Grafici: introduzione
  2. Grafici: veloce comparazione
  3. Grafico: i time frame
  4. Grafici Candlestick
  5. CandleStick: Marubozu
  6. CandleStick: Doji Articolo corrente
  7. Introduzione ai pattern

Vuoi dire o aggiungere qualcosa?

sezione commenti aperta al pubblico

Non ci sono ancora commenti!

Puoi essere il primo a commentare.

Rispondi

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.