CandleStick: Marubozu

CandleStick: Marubozu

di Pubblicato: 4 settembre 2018 0 commenti

Sembra una parola africana, in realtà significa tagliato / troncato e si riferisce alle candele prive da entrambi i lati delle ombre. Vengono anche dette candele dalla testa calva. Perché una Marubozu sia tale il corpo deve essere lungo.

Quando è di colore rosso il significato all’interno del mercato è quello di continuazione di indebolimento in particolare se il trend generale dei giorni precedenti è anch’esso negativo. Tuttavia se questa presenta un corpo molto lungo, più di quelle vicine, può significare un segno di inversione della tendenza generale poiché le vendite sono state cospicue e il giorno successivo è facile attendersi un cambio di stato.

Nel caso del colore verde valgono i concetti contrari, salvo che questa candela deve presentarsi chiaramente speculare anche nel comportamento. Cioè se la Marubozu nera si presenta alla fine di un trend negativo per annunciare l’inversione, questa dovrà presentarsi all’inizio, con le difficoltà di interpretazione che ne conseguono poiché essa è la prima e va confutata nei giorni successivi.

Esistono poi delle varianti, che corrispondono al nome di Marubozu in apertura e chiusura. Quella di chiusura avrà una sola ombra relativa al solo lato dell’apertura, che sarà inferiore per le candele verdi, e superiore per quelle rosse. La parte “calva” infatti sarà dal lato della chiusura, da qui il nome.

Il significato di questo pattern se è rosso significa conferma della debolezza del mercato, mentre al suo contrario un rafforzamento

Ovviamente esiste il suo contrario, ovvero le Marubozu di apertura, tuttavia la forza del pattern di apertura è considerato meno forte della controparte di chiusura. Nel caso la candela sia verde può indicare un forte segnale rialzista, nel caso contrario una continuazione ribassista, come si evince da questo esempio reale.

Conclusioni

Abbiamo preso contatto con un primo esempio di pattern, ovvero di una particolare conformazione che le candele giapponesi possono regalare. Si tratta di un pattern molto semplice e che comunque necessiterà nell’utilizzo “vero” di altri strumenti (che vedremo) di conferma.


Articolo successivo -> CandleStick: Doji

Indice degli articoli:

  1. Grafici: introduzione
  2. Grafici: veloce comparazione
  3. Grafico: i time frame
  4. Grafici Candlestick
  5. CandleStick: Marubozu Articolo corrente
  6. CandleStick: Doji
  7. Introduzione ai pattern

Vuoi dire o aggiungere qualcosa?

sezione commenti aperta al pubblico

Non ci sono ancora commenti!

Puoi essere il primo a commentare.

Rispondi

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.